Il disturbo post traumatico da stress

Un evento passato estremamente angosciante puo’ avere effetti a lungo termine che possono diventare riconoscibili solo molti anni dopo. L’evento traumatico puo’ essere una volta, ad esempio un incidente, un infortunio una perdita di qualcuno caro,o puo’ essere dovuto a una causa in corso, come una malattia. Se senti di essere su un ottovolante emotivo, con sentimenti di depressione e ansia, potresti essere stato traumatizzato in passato. Quando si verifica un evento come questo, a differenza di una malattia fisica, i sintomi emotivi possono apparire molto piu’ tardi ,senza sembrare correlati. Inoltre c’e’ un flusso e riflusso verso i sintomi senza la sensazione che ci sia una guarigione generale. Ecco perche’ gli effetti del trauma possono essere una sfida quando si punta alla stabilita’ emotiva.

Mentre e’ una risposta normale avere un trauma emotivo dopo un evento che cambia la vita, se una persona non e’ in grado di elaborare le proprie emozioni anche dopo molto tempo, e puo’ essere un segno di disturbo post traumatico da stress (PTSD).

Una naturale inclinazione verso qualsiasi evento stressante sarebbe chiedersi “perche’ io?”. Alcuni possono persino arrivare a incolpare se stessi per la sventura o mettere in discussione la loro esistenza.

In questo articolo discutero’ alcune tecniche di coping che potrebbero essere utili nella gestione di questo problema.

Mentre una delle tecniche piu’ utili e’ quella di consultare un professionista della salute mentale , ci sono altri metodi efficaci, che possono essere molto utili in situazioni che non sono cosi’ gravi.

E’ una tendenza umana dare la colpa agli eventi passati su noi stessi a causa di un fallimento  relativo al nostro carattere o alle nostre azioni. Questo ragionamento apparentemente irrefutabile , puo’ tormentarci per decenni.

Tuttavia molto spesso non e’ cosi’. Inoltre, quelle situazioni passate non possono essere modificate e quindi piu’ possiamo lasciare andare le preoccupazioni del passato, soprattutto perche’ non possiamo cambiarle, piu’ e’ salutare per noi.

Potresti non essere consapevole di quanto possano essere fragili e complicate le relazioni. A volte gli altri non sono in grado di comprendere le situazioni e le emozioni con cui hai a che fare e quindi potrebbero non essere in grado di comprenderti pienamente.

Allo stesso modo, quando trovi un membro della famiglia di un amico che non mostra il suo solito se’, dovresti anche cercare di controllarlo. Apprezza ciò che hai e beneficia dell’aiuto che offri agli altri.

E’ molto importante che tu ti apra sul tuo trauma con quelli di cui ti fidi. Puo’ volerci del tempo per fidarsi degli altri abbastanza da condividere i dettagli a causa delle varie emozioni coinvolte, ma alla fine ne vale la pena. E’ meglio diventare piu’ forti connettendosi con gli altri, condividendo il dolore. Il supporto emotivo che ci rende tutti piu’ forti.

Puoi cosi’  controllare se stai mostrando segni di depressione.

Ci sono altri modi su alcune attività’ aggiuntive da fare quando la giornata “si fa dura”. Queste attività’ non richiedono altri investimenti  se non il tempo e la concentrazione.

Puoi anche seguire i consigli su come costruire la resilienza mentale. Un altro modo sorprendente di elaborare un trauma e’ pensare come un anziano.

Affrontare da soli significativi traumi puo’ diventare difficile, quindi e’ sempre consigliabile cercare aiuto sia personale (amici o familiari) o meglio, professionale.(psicoterapeuta).

Tuttavia, ci sono attività’ utili che si possono intraprendere da soli, e che sono anche utili. Inoltre e’ da tener presente che sebbene i pazienti con il disturbo post traumatico da stress siano spesso descritti con significative turbolenze emotive, ci sono individui che hanno trasformato il loro stress post traumatico in crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.