L’INIBIZIONE AFFETTIVA: Che cosa e’ e come curarla

L’inibizione affettiva consiste nella difficolta’ ad esprimere i propri sentimenti e le proprie emozioni nonché ad identificarle.

La maggior parte di queste persone pur provando emozioni e sentimenti, per quanto le reprimono talvolta inconsciamente, trovano estremamente difficile poterle identificarle e di conseguenza esprimerle. Spesso non riescono a comprendere la natura di ciò che provano, se sia amore o amicizia, o nostalgia o solo un pensiero. Rimanengono inerti dinanzi a domande personali o più profonde, limitandosi con risposte standardizzate e di convenienza, come in modo automatico o compiacente, ovvero sia rispondendo come gli altri si aspettano che essi rispondano. Talvolta addirittura rimanendo in silenzio.
Apparentemente sembrano fredde, come se non provassero alcun sentimento e talvolta nei casi più gravi davvero non provano nulla (alexitimia): sono segnali simili alla depressione: come se non provassero piacere o non fossero interessati alla vita sessuale, sembrano seri o annoiati, hanno scarsa vita sociale, non sono creativi o fanno fatica a fantasticare e sono dipendenti.
Solitamente l’inibizione affettiva ha origine lontane: una famiglia a sua volta anaffettiva, o critica, svalutativa o denigrante: i modelli di comunicazione familiare e fattori socio-culturali possono determinare l’inibizione delle emozioni;nei casi più estremi sono conseguenze di traumi fisici o psicologici nella prima e seconda infanzia, ed il “silenzio emotivo” diventa una risposta dominante.
Per questo si rende necessaria una psicoterapia che possa colmare, in una relazione terapeutica empatica, questi vuoti affettivi o riempire la mancata espressività emotiva vissuta in alcuni ambienti familiari.
Un’altra componente fondamentale e’ la difficolta’, talvolta impossibilita’, di stabilire legami profondi sia dal punto di vista amicale che sentimentale, avendo cosi una vita arida che a sua volta aumenta l’inibizione stessa.
Questa problematica psicologica può essere risolta con un buon trattamento psicoterapeutico poiché le emozioni sono il SALE DELLA VITA e il silenzio emotivo rende la vita amara e vuota.

Categories: Articoli informativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.